Google+  Cerca un corso
Competenze per emergere

Forte Chance

Relazione finale del piano SICURIMPRESA AV/141/S14

11/03/2015 14:59 

 Sintesi generale del Piano 

SICURIMPRESA AV/141/S14 – Forte Chance Piemonte Preventivo (piano) Consuntivo (monitoraggio Fondimpresa)
Totale ore di formazione (ore di corso) del Piano 744 720
Totale aziende aderenti beneficiarie della formazione nel Piano con propri lavoratori 19 20
Totale lavoratori ("teste") di aziende aderenti destinatari della formazione nel Piano ≥ 60 113 111
Presenza di lavoratori destinatari della formazione nel Piano ("teste") provenienti da PMI 100% 95%
Aziende aderenti che non hanno mai beneficiato con propri dipendenti di azioni formative finanziate dagli Avvisi di Fondimpresa a partire dal 2007 32% 20%
donne lavoratrici, lavoratori con età superiore a 50 anni, lavoratori sospesi (cassa integrazione, contratti di solidarietà), lavoratori con contratti di inserimento o di reinserimento, lavoratori stagionali ricorrenti 31% 39%
Totale Ore Partecipanti del Piano 3700 3348
Ore di formazione delle azioni cui partecipano lavoratori di più aziende in rapporto al totale delle ore di formazione 25% 23%
Ore di formazione nelle azioni del Piano di livello avanzato o specialistico, in rapporto al totale delle ore di formazione 71% 87%
Presenza di lavoratori, destinatari della formazione nel Piano, maggiormente soggetti al rischio di infortunio sul lavoro 41% 41%
Presenza di aziende aderenti appartenenti ai settori di attività economica ad alto rischio infortunistico 89% 89%


Dalle tabelle sottostanti si rileva che le aziende, sia durante la progettazione sia durante la gestione del piano formativo, hanno optato per svolgere azioni formative legate all’area tematica sulla Salute e Sicurezza e in particolar modo per le azioni formative specifiche.

Al contrario, notiamo una diminuzione della percentuale di ore scelte dalle aziende, che hanno seguito corsi dell’area tematica sui Sistemi gestionali integrati.

 

Distribuzione del numero dei partecipanti per aree tematiche:

 

Come precedentemente evidenziato per le aree tematiche, anche il grafico che dimostra la percentuale di frequenza dei discenti si colloca prevalentemente nell’area tematica di Salute e Sicurezza e in particolar modo per le azioni formative specifiche. Una buona percentuale si colloca nell’area tematica della sicurezza base.

 

Distribuzione delle ore corso a consuntivo per ogni area tematica fra corsi aziendali e interaziendali:


Dal primo grafico si può notare come una buona percentuale sia costituita dalle azioni interaziendali rispetto al totale delle ore del piano.

Nei grafici successivi, si mettono in evidenza gli interaziendali. Il risultato evidente è che le tematiche svolte in modalità interaziendale comprendono tutte le aree tematiche a differenza di quelle svolte in modalità aziendale che non prevedono azioni formative nell’area dei Sistemi Gestionali Integrati.

 

Distribuzione del numero di azioni formative a consuntivo secondo la tipologia di certificazione



Al termine di ogni attività formativa, ad ogni partecipante che ha superato almeno il 70% della frequenza e delle ore di presenza, è stato rilasciato un attestato di partecipazione e per i corsi che lo prevedevano è stato rilasciato una attestazione che certifica l’acquisizione di competenze.

L’organizzazione delle azioni formative è stata svolta in collaborazione con i referenti aziendali che hanno optato prevalentemente per lo svolgimento delle lezioni nell’azienda stessa, dando disponibilità di aule attrezzate allo svolgimento dell’azione formativa.

Le ore di lezione, inoltre sono state svolte interamente, per tutti i corsi del piano, durante l’orario di lavoro del discente.

 

Distribuzione del numero di azioni formative a consuntivo per ogni area tematica per classi di durata

Aree tematiche dell'avviso 8 ore 9-16 17-40 >40
Salute e sicurezza   5 30  
Sistemi di Gestione Integrati   1 0  
    6 30  

Le azioni formative composte da più ore fanno parte dell’area tematica della Salute e Sicurezza. Questo perché la tematica è maggiormente sentita da parte delle aziende e con l’offerta formativa più ampia.

 

Confronto della distribuzione per localizzazione geografica

Le aziende coinvolte nel piano sono localizzate prevalentemente nella provincia di Torino e le restanti nelle province di Cuneo e Novara.

Provincia N° Aziende Percentuale %
Torino 18 90%
Cuneo 1 5%
Novara 1 5%

 

Confronto della distribuzione per  settori di attività delle aziende coinvolte a preventivo e a consuntivo (numero aziende e percentuali)

Preventivo

Settore N° Aziende Percentuale %
Edilizia 4 21
Commercio 1 5
Tessile 1 5
Metalmeccanico 12 63
Grafici Industria 1 5

Consuntivo

Settore N° Aziende Percentuale %
Edilizia 3 15
Commercio 1 5
Tessile 1 5
Metalmeccanico 15 75

In fase di progettazione i settori di attività delle aziende presentate non discostano di molto a consuntivo; si sono aggiunte aziende appartenenti al settore metalmeccanico a discapito delle aziende del settore edile e grafica.

Le aziende presentate in fase di progettazione sono prevalentemente Piccole imprese, e solo una piccola parte sono Medie imprese e Grandi imprese.

Preventivo

Piccole imprese Medie imprese Grandi imprese
16 3 0

Consuntivo

Piccole imprese Medie imprese Grandi imprese
18 1 1

Distribuzione delle aziende partecipanti a consuntivo sulla base della classe dimensionale (in coerenza con le classi dimensionali definite per il punto d.) e della tipologia di corsi (aziendale; interaziendale; entrambi)

Le protagoniste del piano sono le Piccole imprese, che hanno partecipato in maggior numero con azioni aziendali e interaziendali e in alcuni casi in entrambi. Le Medie e Grandi imprese, invece hanno partecipato solo a corsi interaziendali.

Tipo azienda Aziendali Interaziendali Entrambi
Piccola impresa 12 2 4
Media impresa 1 0 0
Grande Impresa 1 0 0

 

Partecipanti alle attività formative

Numero Teste Donne Uomini Totale
  23 72 95
con oltre 50 anni 4 12 16
Totale 27 84 111
       
di cui stranieri 1 16 17
di cui sospesi 0 0 0

Dalla tabella si evince che il numero delle donne ha una buona percentuale sul totale dei partecipanti al corso (24% circa). La percentuale totale della categoria prioritaria (over 50, donne) è del 31%.

Caratteristiche partecipanti

Inquadramento

Operai Impiegati Quadri
66 44 1

Titolo di studio

Di cui Licenza media Qualifica Diploma Laurea
Donne 5 1 20 1
Uomini 35 9 46 4

La maggior parte dei discenti ha come titolo di studio il diploma di scuola media superiore, mentre la restante parte ha licenza media inferiore, qualifica professionale o nessun titolo di studio.

 

La certificazione delle competenze

  % su totale Piano
Totale ore corsi certificate 280 39%
Totale azioni formative certificate 14 39%
Totale partecipanti che hanno ottenuto la certificazione (calcolare la % sul totale dei partecipanti al piano) 62 56%
Totale donne partecipanti che hanno ottenuto la certificazione (calcolare la % sul totale delle donne partecipanti al piano) 6 60%

Come da prospetto le azioni formative previste con certificazione sono state n.14 e hanno partecipato all’azioni formative n.62 partecipanti.

 

Le attività trasversali

Grazie alla collaborazione con l’istituto di istruzione superiore J.C. Maxwell si è reso possibile organizzare due seminari usufruendo della loro struttura.

È stato effettuato il 6 Novembre 2014 con titolo "La Defibrillazione Precoce" dove veniva sottolineata l’importanza e la cultura sull’utilizzo del defibrillatore anche da soggetti laici (non personale medico/infermieristico).

Durante il seminario svolto dal Dott.r Segre Marcello è stato possibile oltre che a divulgare l’importanza di questa tecnologia, provare le tecniche e procedure di utilizzo del DAE con l’ausilio di materiale didattico come i manichini.

Di seguito la locandina con la quale è stato pubblicizzato l’evento attraverso i nostri canali:


Il secondo seminario, sempre organizzato con l’istituto J.C. Maxwell si è svolto il 18 Dicembre 2014.

Durante il seminario sono stati toccati gli argomenti normativi e penali della materia sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro.

È stata preziosa la collaborazione dell’ Ing. Fabio Rosito, il quale ha semplificato e alleggerito il quadro normativo e sciolto i dubbi dei partecipanti, alunni dell’istituto stesso, imprenditori e liberi professionisti.

Nel loro insieme i seminari hanno suscitato interesse nei partecipanti e ci auguriamo possano divulgare a loro volta l’importanza di quanto discusso.

Di seguito la locandina ideata per l’evento:

Sarà successivamente sperimentato da lavoratori che hanno partecipato al piano formativo, il Libretto Formativo del Cittadino.

L’attività sarà effettuata mediante gli operatori abilitati al sistema regionale di certificazione (DD 564 del 19/11/2008) presenti all’interno dell’agenzia formativa.

Il libretto formativo è in grado di raccogliere, formalizzare e rendere tracciabili informazioni di diversa natura e valore e a mettere in luce le varie competenze acquisite in percorsi formativi, sul lavoro e acquisite individualmente dal soggetto.

 

Valutazioni conclusive con punti di forza e criticità del piano formativo

Il piano "Sicurimpresa" ha sviluppato dei percorsi formativi che hanno avuto l’intento di sviluppare un incremento della cultura della sicurezza in azienda con la primaria necessità di delineare dei specifici interventi di gestione delle criticità emergenti nell’area della salute, sicurezza e benessere organizzativo e di prevenzione infortuni e rischi all’interno dell’ambiente lavorativo.

Siamo riusciti a coinvolgere un elevato numero di aziende provenienti dai settori che hanno un alto  rischio di infortunio sul lavoro, in quanto area maggiormente esposta e con maggior necessità di formazione e informazione.

Spesso le aziende hanno preferito coinvolgere tutti i dipendenti, soprattutto per la provenienza dell’alto rischio di infortunio.  

Sono stati promossi percorsi sulla valutazione dei rischi, favorito l’analisi degli infortuni accaduti e quelli mancati e promossa la comunicazione aziendale per favorire il ruolo attivo da parte di tutti i  lavoratori. Proprio su questo punto possiamo aggiungere di aver constatato che le aziende hanno preferito coinvolgere quasi tutti i dipendenti nelle attività formative del piano.

I seminari sono stati organizzati appositamente per incrementare la sensibilizzazione delle aziende verso un rafforzamento delle competenze nell’ambito della salute e della sicurezza, contribuendo a diffondere tale cultura nei responsabili e nei lavoratori.

In collaborazione con “Piemonte Cuore Onlus” ente formatore abilitato allo svolgimento dei “Corsi di  rianimazione cardiopolmonare e l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno”, abbiamo inserito all’interno di alcuni percorsi formativi l’utilizzo del DAE e la Rianimazione cardiopolmonare con un alto gradimento da parte delle aziende coinvolte, proprio per l’importanza nel prevenire gli incidenti mortali e gestire le situazioni di emergenza che possono capitare sia nei luoghi di lavoro sia che al di fuori.


Lascia un commento


blog comments powered by Disqus

Iscriviti alla newsletter!