Google+ 
Competenze per emergere

Forte Chance

Relazione finale Fondimpresa Avv. 1/2014 Ambito B 15/05/2014 Ambiente

16/04/2015 11:36 

 

Sintesi generale del Piano

Riepilogo obiettivi quantitativi a preventivo e a consuntivo

E.A. efficienza Energetica E miglioramento degli aspetti Ambientali - AV/46/A14 – Forte Chance Piemonte

preventivo (piano)

consuntivo (monitoraggio Fondimpresa)

Numero totale ore

616

568

Numero totale lavoratori (“teste”) in formazione

83

81

Ore di formazione certificate (% su totale ore corso)

11%

11%

Donne lavoratrici, lavoratori con età superiore a 50 anni, lavoratori sospesi (cassa integrazione, contratti di solidarietà), lavoratori con contratti di inserimento o di reinserimento, lavoratori stagionali ricorrenti, lavoratori non italiani 

32,53

67%

Lavoratori provenienti da PMI (% sul totale partecipanti)

100%

100%

Aziende che non hanno mai beneficiato di finanziamenti su avvisi di Fondimpresa dal 2007 (% sul totale aziende)

 

52,94%

 

35%

Numero totale imprese beneficiarie 

18

20

Ore di formazione interaziendali (% sul totale ore corso)

21,10%

33%

Ore di formazione nelle azioni del Piano di livello avanzato o specialistico, in rapporto al totale delle ore di formazione (ore di corso) del Piano (par. 3.2.3 del Formulario di presentazione del Piano): ≥ 40%

93,18%

88%

Dalle tabelle sottostanti si rileva che le aziende, durante il periodo della gestione del piano, hanno scelto corsi specialistici e dell’area tematica incentrata sullo sviluppo delle competenze tematiche ambientali.

Preventivo

 

Consuntivo

 

Distribuzione del numero dei partecipanti per aree tematiche

 

Il grafico dimostra che la maggior parte dei discenti del piano formativo ha partecipato all’area di Sviluppo delle competenze in merito all’area “ Realizzare percorsi integrati per lo sviluppo di competenze su tematiche ambientali (prodotti, processo, gestione dei rifiuti, gestione ambientale d’azienda, certificazione ambientale).

Distribuzione delle ore corso a consuntivo per ogni area tematica fra corsi aziendali e interaziendali

Dal prospetto viene evidenziato che la maggior parte delle aree tematiche sono state svolte in modalità aziendale e solo per due specifiche aree: “Sviluppo di competenze su tematiche ambientali” e “Sviluppo di competenze su tematiche energetiche”, sono state svolte in modalità interaziendale.

Distribuzione del numero di azioni formative a consuntivo secondo la tipologia di certificazione

 

Al termine di ogni attività formativa, ad ogni partecipante che ha superato almeno il 70% della frequenza e delle ore di presenza, è stato rilasciato un attestato di partecipazione e per i corsi che lo prevedevano è stato rilasciato una attestazione che certifica l’acquisizione di competenze.

L’organizzazione delle azioni formative è stata svolta in collaborazione con i referenti aziendali che hanno optato prevalentemente per lo svolgimento delle lezioni nell’azienda stessa, dando disponibilità di aule attrezzate allo svolgimento dell’azione formativa.

Le ore di lezione, inoltre sono state svolte interamente, per tutti i corsi del piano, durante l’orario di lavoro del discente.

Distribuzione del numero di azioni formative a consuntivo per ogni area tematica per classi di durata (8 ore; da 9 fino a 16 ore; da 17  a 40 ore; oltre 40 ore)

AREE TEMATICHE DELL’AVVISO

  8 ore

9-16

17-40

> 40

Realizzare percorsi integrati per lo sviluppo di competenze su tematiche ambientali (prodotti, processo, gestione dei rifiuti, gestione ambientale d’azienda, certificazione ambientale

   

13

 

Realizzare percorsi  integrati per lo sviluppo di competenze su tematiche energetiche  (efficienza e risparmio energetico, uso di fonti integrative e rinnovabili, certificazione energetica)

   

3

 

Promuovere la comunicazione aziendale finalizzata a favorire l’assunzione di un ruolo attivo nella gestione ambientale/energetica da parte dei lavoratori

   

2

 

Favorire l’assunzione di comportamenti adeguati nell’ambito di una corretta e sistemica gestione ambientale/ energetica

 

1

   
   

1

18

 

Le azioni formative composte da più ore fanno parte dell’area formativa per lo “sviluppo delle competenze sulle tematiche ambientali”. Questo perché vengono affrontati specifici argomenti, ma trasversali, che coinvolgono vari aspetti delle propria realtà aziendale, come il caso delle certificazioni aziendali.

Distribuzione del numero di azioni formative a consuntivo, distinte fra aziendali e interaziendali, sulla base del numero dei partecipanti (4 partecipanti, da 5 a 8 partecipanti, oltre 9 partecipanti)

Dal grafico si evidenzia che una buona percentuale delle azioni formative è stata frequentata sia da classi composte da almeno 4 partecipanti che da classi formate da più di 5 partecipanti (in riferimento a i corsi specialistici dell’area sullo sviluppo delle competenze su tematiche ambientali). Invece, per quanto riguarda le altre tematiche, i corsi sono stati frequentati prevalentemente da 5 a 8 allievi.

Confronto della distribuzione per localizzazione geografica

Le aziende coinvolte nel piano sono localizzate prevalentemente nella provincia di Torino e le restanti nella provincia di Cuneo. L’unica differenza che si evidenza è l’assenza di aziende localizzate nella provincia di Alessandria, in quanto l’unica azienda localizzata in questa provincia ha rinunciato alle attività formative.

PROVINCIA

N° AZIENDE

%

Torino

14

70%

Cuneo

6

30%

Alessandria

0

  0%

Confronto della distribuzione per settori di attività delle aziende coinvolte a preventivo e a consuntivo (numero aziende e percentuali)

Preventivo
Settore N° aziende %
Edilizia 4 20%
Agricoltura 0 0%
Trattamento e rivestimento metalli 1 5%
Legno 1 5%
Trasporti 3 15%
Smaltimento rifiuti 1 5%
Metalmeccanico 1 5%
Carpenteria metallica 1 5%
Chimico 0 0%
Carrozzeria 1 5%
Pubblicità 1 5%
Ristorazione 1 5%
Commercio 1 5%
Produzione 1 5%
Sicurezza e Formazione 1 5%
Consuntivo
Settore N° aziende %
Edilizia 4 20%
Agricoltura 1 5%
Trattamento e rivestimento metalli 1 5%
Legno 1 5%
Trasporti 3 15%
Smaltimento rifiuti 1 5%
Metalmeccanico 2 10%
Carpenteria metallica 1 5%
Chimico 1 5%
Carrozzeria 1 5%
Pubblicità 1 5%
Ristorazione 1 5%
Commercio 1 5%
Produzione 1 5%
Sicurezza e Formazione 0 0%

In fase di progettazione sono state presentate aziende con settori di attività diverse, durante i comitati di pilotaggio sono state aggiunte più aziende con lo stesso settore di attività, come ad esempio il Metalmeccanico, mentre è stato aggiunto successivamente il settore di appartenenza Chimico.

Le aziende presentate in fase di progettazione sono prevalentemente Piccole imprese, e solo una piccola parte sono Medie imprese. Non discosta da molto il consuntivo come si può vedere dalle tabelle sottostanti:

Preventivo
Piccola impresa Media Grande impresa
16 2 0
Consuntivo
Piccola impresa Media Grande impresa
17 3 0

Distribuzione delle aziende partecipanti a consuntivo sulla base della classe dimensionale (in coerenza con le classi dimensionali definite per il punto d.) e della tipologia di corsi (aziendale; interaziendale; entrambi)

La maggior parte delle azioni formative aziendali e interaziendali sono state svolte da aziende che fanno parte della categoria delle Piccole impresr, mentre solo un’azienda classificata come Media impresa ha partecipato ad azioni formative interaziendali.

  Aziendali Interaziendali Entrambi
Piccola impresa 9 7 1
Media impresa 0 2 0
Grande impresa 0 0 0

Partecipanti alle attività formative

Riepilogo generale

numero teste Donne Uomini Totale di cui stranieri di cui sospesi
Con meno di 30 anni 5 11 16 5 0
Tra i 30 e i 50 anni 19 25 44 2 0
Oltre i 50 anni 9 12 21 0 0
Totale 33 58 81 - -
di cui stranieri 2 8 10 - -
di cui sospesi 0 0 0 - -

Dalla tabella si evince che il numero delle donne ha una buona percentuale sul totale dei partecipanti al corso (38% circa).

La percentuale totale della categoria prioritaria (over 50, donne e stranieri) è del 67%.

Caratteristiche partecipanti

Titolo di studio

Di cui Licenza media Qualifica Diploma Laurea Master
Donne 3 5 20 4 0
Uomini 14 5 20 4 0

La maggior parte dei discenti ha come titolo di studio il diploma di scuola media superiore, mentre la restante parte ha licenza media inferiore, qualifica professionale o nessun titolo di studio.

N. allievi che hanno conseguito la certificazione

I partecipanti all’azione formativa Auditor Interno sistemi integrati: gestione qualità-ambiente hanno ricevuto l’attestazione delle competenze acquisite durante il corso.

I 10 allievi che hanno partecipato attivamente al 100% delle ore di lezione.

La certificazione delle competenze

Riepilogo dati complessivi azioni certificate

 

numero

% su totale piano

Totale ore corsi certificati

62

11%

Totale azioni formative certificate

2

10%

Totale partecipanti che hanno ottenuto la certificazione
(calcolare la % sul totale dei partecipanti al piano)

10

11%

Totale donne partecipanti che hanno ottenuto la certificazione
(calcolare la % sul totale delle donne partecipanti al piano)

6

60%

Totale aziende con azioni formative certificate
(calcolare la % sul totale delle aziende partecipanti al piano)

2

10%

Come da prospetto le azioni formative previste con certificazione sono state n.2 e hanno partecipato all’azioni formative n.10 partecipanti, di cui 6 sono donne. Il percorso formativo che ha portato alla certificazione è stato “Auditor interno: sistemi integrati di gestione ambiente e qualità”, replicato in due edizioni,m e il relatore di riferimento è stato Carlo Ferrero, in possesso di Qualifica Valutatore di Sistemi Qualità ISO9001 di III° parte conseguita presso AICQ – SICEV Settembre 1999 attraverso un Corso di 40 ore oltre che essere valutatore di II° parte Norme ISO 14001 Ambientale e AS18001 Sicurezza presso CERTO (TO) nel Maggio 2011.

Grazie alla collaborazione con l’istituto di istruzione superiore J.C. Maxwell si è reso possibile organizzare due seminari usufruendo della loro struttura.

Il primo seminario è stato effettuato il 9 Ottobre 2014 con titolo “Blackout Risk”. Tale seminario ha trattato temi come: la nuova normativa 102/2004 inerente all’efficienza Energetica e la nuova norma ISO 9001:2015.

Durante il seminario, durato circa 4 ore, sono intervenuti il dirigente scolastico dell’istituto, il presidente del nostro ente e il Dott. Bruno Lanfranco, referente scientifico del piano formativo. Tra i partecipanti aziende, Ingegneri e periti oltre che una classe IV dell’Istituto dell’indirizzo “Meccanica, Meccatronica ed Energia”.

Di seguito la locandina con la quale è stato pubblicizzato l’evento attraverso i nostri canali:

Il secondo seminario, sempre organizzato con la preziosa collaborazione dell’istituto J.C. Maxwell si è svolto il 16 Gennaio 2015.

Con un taglio quasi onirico e fiabesco, la Dott.ssa Senese Carla, esperta in gestione rifiuti è riuscita ad approfondire l’argomento mettendo in evidenza le loro potenzialità piuttosto che i loro limiti. In particolare il seminario ha toccato aspetti normativi, economici e tecnologici per affrontare il mondo dei rifiuti”.

Nel suo insieme il seminario ha riscosso successo sia per le aziende che hanno partecipato all’evento sia per gli alunni dell’istituto. Di seguito la locandina ideata per l'evento:

Dati relativi al monitoraggio e alla valutazione delle attività formative

Ad ogni azione formativa sono stati forniti 3 questionari  di gradimento,  uno ai partecipanti  oltre che ai datori di lavoro e ai docenti, al fine di  valutare la rilevazione dei risultati e la riuscita del corso.

Questi documenti hanno avuto l’obiettivo di supportare il processo di analisi che sottende la fase di miglioramento degli aspetti della progettazione e gestione dei piani formativi.

Attualmente possiamo portare all’attenzione i seguenti aspetti già analizzati attraverso la raccolta dei questionari compilati dai partecipanti.  I questionari dei datori di lavoro e dei docenti sono attualmente ancora in fase di valutazione da parte dell’ente.

 

 

DATI EMERSI DAL QUESTIONARIO DEI PARTECIPANTI

 

1) Gli obiettivi del corso formulati inizialmente sono stati raggiunti

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

66/81

81.40

Accordo

9/81

11,60

Quasi accordo

6/81

7%

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

2) Il corso seguito ha soddisfatto pienamente le sue aspettative

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

50/81

61.8

Accordo

21/81

25.9

Quasi accordo

10/81

12.3

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

3) Gli argomenti delle Unità formative sono stati coerenti con gli obiettivi del corso

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

51/81

62.9

Accordo

25/81

30.8

Quasi accordo

5/81

6.3

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

4) l livello di interesse verso i temi trattati è coerente con le sue aspettative

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

40/81

49.3

Accordo

39/81

48.2

Quasi accordo

2/81

2.5

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

5) I temi trattati sono utili, considerando le esigenze della sua realtà lavorativa

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

78/81

96.3

Accordo

3/81

3.7

Quasi accordo

0/81

0

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

6) La sequenza delle Unità Formative è stata ben progettata

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

28/81

34.6

Accordo

50/81

61.7

Quasi accordo

3/81

3.7

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

7) L’organizzazione del corso è stata efficiente (scelta del gruppo classe, aula, comunicazioni,ecc...)

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

80/81

98.8

Accordo

1/81

1.2

Quasi accordo

0/81

0

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

8) Soddisfazione complessiva relativamente al corso: Ritengo di essere complessivamente soddisfatto del Corso

 

LIVELLO DI ACCORDO

TESTE

%

Forte accordo

75/81

92.6

Accordo

6/81

7.4

Quasi accordo

0/81

0

Disaccordo

0/0

0

Forte disaccordo

0/0

0

 

Sintesi e valutazione delle attività non formative e delle attività preparatorie e di accompagnamento

In sintesi s’illustrano le tipologie di attività svolte i cui dettagli saranno riportati nei paragrafi successivi:

Attività di accompagnamento:

Nel loro insieme hanno rappresentato quel complesso di attività che “accompagnano” trasversalmente il Piano in tutto il suo sviluppo, garantendo il monitoraggio costante delle attività previste (preparatorie, formative e non formative), dei modelli e delle metodologie adottate. Esse consentono, inoltre, l’eventuale ritaratura in itinere del modello di formazione continua adottato, in un’ottica di definizione sempre in evoluzione di nuovi modelli coerenti con nuove necessità formative.

Attività preparatorie:

Queste attività s’inseriscono in una fase preliminare durante la quale si è svolta l’analisi della domanda e la rilevazione dei fabbisogni formativi (modalità diretta ed indiretta descritta nel paragrafo precedente). Successivamente si è proceduto con la scelta dei percorsi formativi, secondo le specifiche esigenze rilevate con i referenti aziendali. Infine, si sono predisposti i programmi operativi in riferimento agli obiettivi e alle priorità rilevate.

Questa fase risulta di fondamentale importanza in quanto propedeutica alla successiva fase di macro progettazione.

Attività non formative:

Fanno riferimento a questa fase la macro e micro progettazione del Piano proposto, la successiva pianificazione, monitoraggio e valutazione delle azioni formative previste in fase di progettazione e la successiva diffusione e trasferimento dei risultati.

È stata quindi una fase fondamentale al fine di garantire una buona riuscita del Piano formativo nel suo complesso nonché di ogni singolo percorso formativo.

Attività formative:

Esse sono un insieme organico di percorsi di apprendimento identificati insieme alle aziende beneficiarie. Attengono alle aree tematiche indicate nell’Avviso e rispondono agli obiettivi di tutela ambientale e risparmio energetico. La loro finalità è stata quella di colmare i gap formativi delle aziende. La metodologia adottata ha permesso di sperimentare l’apprendimento attraverso le lezioni frontali dei moduli formativi d’aula, il training on the job e l’action learning e FAD.

Valutazioni conclusive con punti di forza e criticità del piano formativo

Punti di forza:

Il piano “EN.E.A. efficienza Energetica E miglioramento degli aspetti Ambientali“  ha mantenuto gli obiettivi e ha rispettato tutte le priorità previste dall’avviso in termini di percentuali richieste e in termini di adesioni da parte delle aziende in fase di presentazione del piano,con la rinuncia di sole tre aziende e l’adesione quattro  inserite a piano finanziato.

È stato mantenuto quasi inalterato il numero dei lavoratori messi in formazione, a preventivo erano previsti 83 partecipanti e a consuntivo sono rimasti 81. E’ stato rispettato il numero delle ore certificate, che in fase consuntiva è rimasto al di sopra del 10% del totale delle ore del piano.

Sono stati altamente superati le percentuali dei lavoratori provenienti dalle categorie prioritarie dell’avviso che sono lavoratrici donne, lavoratori over 50 e lavoratori stranieri.

Abbiamo potuto coinvolgere un numero alto di aziende neoaderenti a Fondimpresa,o comunque che non avevano mai beneficiato di finanziamenti su avvisi di Fondimrpesa dal 2007., 35%.

La maggior parte delle ore di formazione del piano (il 90% delle ore) sono state caratterizzate da un avanzato livello di contenuti delle azioni formative, cosa resa possibile anche dall’elevato livello dei docenti che hanno potuto vantare di un esperienza decennale e quinquennale nel settore. 

All’interno del piano sono stati organizzati due seminari,in materia di tutela ambientale, risparmio energetico ed eco sostenibilità, per sensibilizzare e coinvolgere le aziende presenti nel territorio e particolarmente attive nel campo delle tecnologie volte al risparmio energetico, a professionisti e consulenti, oltre che di Ordini Professionali (ingegneri, periti, geometri, architetti) e di attori istituzionali di riferimento sul territorio.

Punti critici:

Uno degli aspetti critici della gestione del piano è di aver coinvolto molte aziende piccole,cosa che a volte ha reso difficile gestire i tempi della formazione con le attività lavorative aziendali, in quanto aziende con poche risorse da coinvolgere in formazione.

Ci sono state delle sostituzioni proprio perché le aziende per motivi organizzativi non hanno potuto confermare le persone che avevano inizialmente indicato come partecipanti ai corsi. Questa criticità è stata superata dalla possibilità di aver effettuato delle variazioni all’interno del piano, cosa che ha permesso ad altre aziende di poter svolgere i corsi.

Alla fine di ogni percorso formativo sono stati rilasciati attestati di frequenza per tutte le persone che hanno garantito il 70% delle ore presenza.

 


Lascia un commento


blog comments powered by Disqus

Iscriviti alla newsletter!